Arriva finalmente il bonus mobilità

Martedì 3 novembre verrà attivata la piattaforma web per l’erogazione del famoso bonus mobilità, da molto conosciuto anche con il nome di bonus bici. Il bonus era stato inserito dal Governo nel Decreto Rilancio pubblicato in primavera, durante il primo lockdown, ma per molte ragioni i fondi stanziati non erano ancora stati messi a disposizione degli aventi diritto.

Il bonus mobilità potrà essere richiesto da tutti i cittadini italiani maggiorenni residenti in un comune con almeno 50 mila abitanti, ed anche da tutti i residenti nei capoluoghi di Regione, nei capoluoghi di Provincia e nelle 14 Città metropolitane italiane.

Scopriamo insieme qualcosa di più su come funziona e come fare a richiederlo, sia sotto forma di rimborso che sotto forma di voucher!

bonus mobilità bici

Bonus mobilità: chi può richiederlo

Il bonus mobilità può essere richiesto da tutti i cittadini italiani che abbiano raggiunto la maggiore età, a condizione che siano residenti in un comune con almeno 50 mila abitanti, oppure in un capoluogo di Regione o di Provincia, od in alternativa in una delle 14 Città metropolitane italiane.

Conosciuto anche con il nome di bonus bici, questo incentivo introdotto dal Governo nella scorsa primavera permette di ottenere delle agevolazioni anche per l’acquisto di monopattini, segway, monowheel, hoverboard e per il noleggio di mezzi e servizi della mobilità condivisa a uso individuale.

Il bonus potrà essere richiesto come rimborso economico delle spese sostenute da chi ha acquistato di uno dei mezzi sopracitati nel periodo che va dal 4 maggio al 2 novembre 2020. In alternativa, per chi ancora non ha effettuato l’acquisto, dal 3 novembre il bonus potrà essere richiesto sotto forma di voucher da spendere in uno dei tanti negozi fisici ed online che aderiscono a questa forma di incentivo del Governo.

Il valore del bonus

Il bonus mobilità permette di recuperare il 60% della spesa sostenuta per l’acquisto di uno dei mezzi di trasporto inclusi nel decreto. Il valore massimo del bonus in ogni caso non potrà superare i 500€. Questo vuol dire che acquistando una mountain bike da 600€, si potrà usufruire di un bonus di 360€, pagandola di fatto solo 240€. I cittadini italiani aventi diritto potranno accedere al bonus fino all’esaurimento dei fondi (210 milioni di euro) messi a disposizione nel Decreto Rilancio.

Come richiederlo

Prima di tutto per poter richiedere il bonus bisogna avere un’identità Spid, che ormai è necessaria per accedere a molti servizi online. Martedì 3 novembre verrà messa online la nuova piattaforma del ministero dell’Ambiente, tramite la quale si potranno svolgere tutte le procedure sia per la richiesta di rimborso che per quella del voucher. In questo secondo caso, i soldi dovranno essere spesi entro 30 giorni dalla sua erogazione.

Gl italiani a caccia di ogni tipo di bonus

In Italia, così come anche in tutti gli altri paesi, il sistema degli incentivi sotto forma di bonus è una pratica molto utilizzata dal Governo. Nel corso degli anni i cittadini italiani hanno potuto sfruttare diversi tipi di bonus, la maggior parte dei quali relativi alla ristrutturazione delle abitazioni.

Ma gli incentivi sotto forma di bonus sono molto frequenti anche in altri settori. Il mondo del gioco d’azzardo, in particolar modo quello online, offre da anni incentivi di questo tipo. Negli ultimi anni si è registrato un grandissimo successo per i casino con bonus senza deposito immediato, ovvero per quei casinò che al termine della registrazione offrono ai nuovi utenti una somma di denaro per giocare già prima che questi abbiano fatto il loro primo deposito di denaro sul conto gioco del casinò. Ovviamente il denaro ricevuto sotto forma di bonus non può essere prelevato, ma deve essere speso per giocare al casinò.

Autore dell'articolo: Redazione

TuttoSoccorsoStradale.it è il primo portale del web dedicato interamente al mondo dell'automobilista e dei professionisti del settore, un portale di utilità che mette a confronto aziende e provati sulle diverse tematiche legate in modo particolare alla sicurezza stradale. Contattaci scrivendo a redazione@tuttosoccorsostradale.it