Errore di rifornimento: gasolio al posto della benzina e viceversa, cosa fare?

Gli errori di rifornimento di una macchina, dovuti ad errori di distrazione del guidatore, possono capitare a tutti. Basta poco per causare danni seri alla tua auto: soprattutto se si è al volante da molte ore e non si è al massimo della lucidità, si può facilmente confondere la pompa del gasolio con quella della benzina e viceversa, nonostante queste siano indicate da due colori differenti. Per consolarvi, possiamo dirvi subito che se l’errore di distrazione è stato compiuto dal benzinaio, potete avere diritto ad un risarcimento. Si tratta di un’ipotesi molto più remota rispetto all’errore commesso da parte del guidatore, per il quale non è previsto nessun indennizzo. In questo articolo, vi  spiegheremo cosa fare quando ci si accorge di avere fatto un errore nel rifornimento.

errore di rifornimento carburante

Benzina al posto del diesel

Si tratta dell’errore più frequente: le dimensioni dei beccucci di benzina e diesel sono diversi e, proprio per questo, è difficile che si verifichi l’effetto contrario. Se la vostra macchina è a gasolio ed erroneamente la rifornite di benzina, perdete la lubrificazione della pompa di iniezione. Infatti, il diesel non ha solo la funzione di carburante, ma può anche lubrificare gli iniettori, cosa che la benzina non è in grado di fare. Gli effetti collaterali dovuti a questo errore sono gravissimi: l’erogazione della potenza nel motore è irregolare e si possono avvertire strani rumori provenienti dal propulsore. Si può anche incorrere nel danneggiamento del circuito dell’iniettore, valvole e pistoni, e in fenomeni di detonazione dovuti ad una combustione incontrollata della benzina. Se hai rifornito da zero il serbatoio diesel con la benzina, la macchina non potrà essere avviata.

Diesel al posto della benzina

Si tratta dell’errore meno comune: a causa della differenza di dimensione tra l’ugello del diesel e quello della benzina, il guidatore può accorgersi subito se sta immettendo diesel in una macchina a benzina. I danni dovuti a questo errore sono meno gravi rispetto al caso precedente: si possono verificare danni al catalizzatore, mentre il motore dovrebbe rimanere intatto. Se nel serbatoio è rimasta della benzina residua, l’accensione può causare la combustione di quest’ultima ma non del diesel appena immesso, che uscirà sotto forma di fumo bianco dal tubo di scappamento.

Errore di rifornimento: cosa fare

Il primo consiglio è quello di non avviare il motore, per nessun motivo. Questo potrebbe non essere sempre possibile, soprattutto se non vi accorgete immediatamente dell’errore commesso. Informate i responsabili della stazione di rifornimento, che possono aiutarvi a spostare la vettura di peso dall’area di servizio. Dopodiché, chiamate un carroattrezzi: il meccanico dell’officina più vicina provvederà a svuotare completamente il serbatoio e controllerà lo stato delle componenti dell’auto, che dovrebbero essere in buono stato se vi siete accorti dell’errore prima dell’accensione del motore. Se vi siete già rimessi in viaggio, accostate l’auto e spegnete immediatamente il motore: continuare a guidare può mettere a repentaglio la vostra incolumità e quella degli altri automobilisti. Anche in questo caso, chiamare una delle aziende di soccorso stradale è l’opzione migliore per evitare ulteriori danni alla propria vettura.

Autore dell'articolo: Redazione

TuttoSoccorsoStradale.it è il primo portale del web dedicato interamente al mondo dell'automobilista e dei professionisti del settore, un portale di utilità che mette a confronto aziende e provati sulle diverse tematiche legate in modo particolare alla sicurezza stradale. Contattaci scrivendo a redazione@tuttosoccorsostradale.it