Nuovo Tutor Autostrade SICVe PM: sarà infallibile, ecco come funziona

Il nuovo Tutor attivo sulle autostrade italiane si chiama SICVe PM, un software avanzato nettamente superiore al vecchio sistema Tutor dismesso a causa della sentenza. Tuttosoccorsostradale.it che segue con attenzione tutte le novità dal mondo dei motori e in modo particolare a tutto quello che riguarda la sicurezza sulle strade e autostrade italiane, oggi ha deciso di parlarvi del nuovo tutor già in funzione su alcuni punti “sensibili” delle autostrade italiane.

Il nuovo Tutor a differenza del sistema dismesso, non si concentrerà solo esclusivamente sulle targhe dei veicoli, spesso fotografate in modo poco chiaro sia in entrata che in uscita e di conseguenza i fotogrammi venivano cestinati. Il nuovo tutor utilizzerà un sistema di comparazione delle immagini, analizzando non solo la targa dei veicoli, ma anche tutti gli elementi visivi del veicolo, come i colori dell’automobile, eventuale presenza di adesivi o pubblicità esposti su di essa e i dispositivi luminosi. Tutti dettagli per ridurre a zero le possibilità che i fotogrammi vengano scartati. Il nuovo tutor installato già sulle autostrade nei punti considerati più trafficati e pericolosi, e che a breve coprirà l’intera rete autostradale, ha un software che riesce ad elaborare una serie di dati superiori ed è più veloce a mettere a confronto elementi verosimili.

Il nuovo tutor sviluppato da Autostrade Tech è in funzione già da diversi giorni, ufficialmente la messa in funzione era prevista per il 27 Luglio, la volontà è quella di rendere più sicure le vacanze degli italiani nei mesi in cui le autostrade italiane sono intasate a causa degli esodi per le vacanze estive.

Leggi anche > ALLA GUIDA IN CIABATTE O TACCHI E’ LEGALE, SI MA…

Sulla messa in funzione del nuovo sistema tutor è intervenuto anche il direttore della II Divisione della Polizia Stradale, la dottoressa Rosanna Fantini: “C’è bisogno di avviare tutte le verifiche previste dal decreto del ministro dei Trasporti nel giugno 2017. Vanno smontati gli impianti che ci sono, portati in laboratorio, controllate le funzionalità degli orologi, della velocità media.Serve tempo. Stiamo ancora definendo quali punti saranno attivi. La cosa certa è che si terrà conto dei volumi di traffico e della rete autostradale che registra punte maggiori di incidenti”.

Nuovo tutor, ecco i tratti dove è già presente:

  • Reggio Emilia-Campegine;
  • Campegine-Parma;
  • Albisola-Celle Ligure;
  • Celle Ligure-Albisola;
  • Valle del Rubicone-Cesena;
  • Faenza-Forlì;
  • Cesena-Valle del Rubicone;
  • Valle del Rubicone-Rimini nord;
  • Firenzuola-Badia;
  • Badia-Fiorenzuola;
  • in entrambi i sensi Roma nord-Ponzano Romano;
  • Ponzano Romano-Magliano Sabina;
  • Magliano Sabina-Orte;
  • San Vittore-Cassino;
  • Cassino-Pontecorvo;
  • Colleferro-Valmontone;
  • in entrambi i sensi Roma sud-Colleferro;
  • San Vittore-Caianello;
  • Baiano-Avellino ovest;
  • Avellino ovest-Baiano;
  • Sarno-Palma Campania;
  • Allacciamento A1/A30-Nola.

 

Per approfondire il funzionamento del nuovo tutor, il xxx vi invitiamo a leggere questo interessante articolo su QN Motori.

Autore dell'articolo: Redazione

TuttoSoccorsoStradale.it è il primo portale del web dedicato interamente al mondo dell'automobilista e dei professionisti del settore, un portale di utilità che mette a confronto aziende e provati sulle diverse tematiche legate in modo particolare alla sicurezza stradale.