Come diventare soccorritore stradale

Come si fa a diventare soccorritore stradale? In questo articolo vi spiegheremo come aprire un Soccorso Stradale. Si tratta di un’attività appassionante, nella quale si mette la propria professionalità al servizio completo del cliente, aiutandolo nei momenti più duri quali le emergenze e le difficoltà più estreme. Ma qual è il modo per entrare in questo mondo affascinante?

Bisogna seguire poche regole, ma estremamente precise. Diventare soccorritore non è difficile, ma per farlo occorre essere predisposti e soprattutto ben motivati. Non è un mestiere nel quale ci si può improvvisare, anche perché la prima regola fondamentale è quella di essere proprietari di un’officina attrezzata e a norma di legge o di un deposito per custodire i mezzi. L’attività di autosoccorso, infatti, ricade per legge tra i servizi aggiuntivi che una normale officina può offrire, anche se sono sempre più le aziende che mettono a disposizione i loro carroattrezzi ad uso di “trasporto” e non di “soccorso stradale”.

Se già disponete di un’autofficina, saltate pure il prossimo paragrafo. Se invece partite completamente da zero e volete diventare direttamente soccorritori stradale, tenete presente che anche per aprire un’officina meccanica è necessario seguire un preciso iter burocratico e, soprattutto, avere una conoscenza approfondita del lavoro che si andrà a fare: riparazioni, messe a punto e una profonda esperienza pratica.

Una volta scelto il locale adeguato e dotatolo della giusta attrezzatura, non serve altro che aprire una Partita Iva e iscriversi al Registro delle Imprese, dopodiché dare una ufficiale comunicazione di inizio attività nel Comune interessato e aprire una regolare posizione INPS e INAIL. Completeranno il tutto le valutazioni riguardanti il rispetto delle norme sull’impatto acustico, sulle emissioni di sostanze nell’atmosfera, sulle norme di igiene, urbanistica e sicurezza. Infine, una volta nominato un responsabile tecnico dell’officina, sarà possibile partire.

Ovviamente, se il vostro interesse è diventare soccorritore, siamo soltanto all’inizio!

Una volta aperta la nostra officina meccanica, è necessario innanzitutto dotarsi di almeno un mezzo adatto ad effettuare il servizio aggiuntivo di Soccorso Stradale: il carroattrezzi. Tenete presente che per occuparsi di autosoccorso c’è bisogno di acquistare un carroattrezzi omologato per uso trasporto speciale, da intestare all’autoriparatore. L’omologazione deve essere effettuata dal Dipartimento dei Trasporti Terrestri oppure da simili enti europei. È molto importante che i mezzi siano ad uso trasporto speciale e non eccezionale, in quanto questi ultimi non possono circolare se non previa autorizzazione, mentre i primi possono farlo liberamente in qualsiasi momento. Dovete inoltre dotarvi, se già non l’abbiate, di una patente di tipo CE o DE.

Come diventare soccorritore stradale

Dopodiché bisogna ottenere l’autorizzazione per poter svolgere questa nuova attività. Per farlo bisogna innanzitutto raggiungere la Motorizzazione Civile della provincia in cui ha sede la vostra impresa. Toccherà a quest’ufficio dare l’abilitazione al mezzo usato per il soccorso stradale, tramite un’apposita indicazione sul libretto di circolazione.

Non c’è invece un obbligo di iscrizione all’Albo degli autotrasportatori conto terzi, sebbene diverse associazioni di settore la consiglino. C’è inoltre da tenere conto del fatto che le norme giuridiche a riguardo variano talvolta da regione a regione, per cui è necessario informarsi meglio riguardo ad eventuali ulteriori passaggi ed autorizzazioni da ottenere a seconda del territorio dove si andrà poi effettivamente ad operare.

Infine, pronti a partire, c’è da decidere se esercitare la propria attività in proprio o in convenzione con enti (tipo ACI) e le compagnie assicurative, in modo da disporre di un bacino clienti potenziale molto più vasto grazie alla rete dell’associazione. In ogni caso, è necessario ricordarsi di predisporre una centrale operativa o quantomeno un numero telefonico dedicato e raggiungibile 24 ore su 24, in modo da poter garantire un intervento immediato.

Autore dell'articolo: Redazione

TuttoSoccorsoStradale.it è il primo portale del web dedicato interamente al mondo dell'automobilista e dei professionisti del settore, un portale di utilità che mette a confronto aziende e provati sulle diverse tematiche legate in modo particolare alla sicurezza stradale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *